martedì 7 giugno 2016

7° - 151 Miglia 2016

Ho avuto l’opportunità di partecipare alla 7° edizione della “151 Miglia” in Tirreno su QQ7 un Farr 53 come navigatore.

La mia avventura inizia il 2 giugno alle ore 7,30 con il trasferimento in auto a Livorno sotto un susseguirsi di acquazzoni che non promettono niente di buono.

Alle ore 12.00 vado al Briefing Tecnico, dove ci sono date le ultime indicazioni e c’è offerto un Buffet molto abbondante e variegato.

Ritornato in barca mentre usciamo, finisco di inserire le coordinate delle boe e del percorso su i miei Tablet con le ultime variazioni dateci al briefing.

Alle ore 16,05 partiamo, buona la nostra che ci porta a girare la boa di disimpegno fra i primi, su il gennaker e puntiamo alla prima boa di Marina di Pisa, superato la seconda alle ore 16,58, puntiamo diretti allo scoglio della Giraglia di bolina con vento da Ponente sui 15/20 nodi.

Verso mezzanotte siamo nelle vicinanze della Giraglia quando cala il vento e ruota a Sud, coperti dalla Corsica, poco vento e con le onde contro riusciamo a superare lo scoglio solo alle ore 2,06 e puntiamo sull’Elba, di nuovo bolina con vento leggero.

All’alba intravediamo l’Elba che superiamo verso mezzogiorno diretti alle isole della Formica sempre di bolina e con vento scarso.
video

Superato il cancello delle Formiche di Grosseto alle ore 14,27, issiamo finalmente di nuovo il gennaker e puntiamo sullo scoglio dello Sparviero per raggiungere il traguardo di Punta Ala alle ore 16,59 dopo 24h 54min 28sec in settima posizione assoluta su oltre 200 barche partite e 170 miglia percorse.


Sbarcati e dopo un paio di panini alla porchetta e una crepes ai frutti di bosco il tutto innaffiato da abbondante birra offerto dall’organizzazione della gara ci rimettiamo in auto per il ritorno, la mia avventura alla 151 miglia finisce oltre mezzanotte del 4 giugno quando arrivo a casa.